martedì 4 maggio 2010

My Name is Khan

In questa puntata ci occuperemo di cinema: del cinema piu' mainstream che ci sia, ovvero quello indiano. Marta, la nostra ex corrispondente da Lahore in Pakistan, adesso s'e' trasferita in Galles ma e' sempre appassionata di vicende della zona indiana; ci parla di My name is Khan, l'ultima pellicola di Shahrukh Khan la superstar bollywoodiana per eccellenza.

Il film é recentissimo --anche con i tempi di Siee Giuee Accaso-- e tratta temi di scottante attualità come il terrorismo e l'integrazione religiosa. Marta vi rovinerà la sorpresa della trama ma vi farà venire voglia di andare a vederlo.

Ecco a voi il trailer



Musica e segnalazioni di questa puntata:
  • jr Bombay Dream
  • Spice House - A passage to India
  • Suerte - Sieste Ocho
  • La foto del ministro delle pari opportunità quando aveva ancora i capelli lunghi e di cui abbiamo parlato. Ascoltate la puntata prima di guardarla oppure ascoltate mentre la guardate oppure guardatela e poi ascoltate! Insomma i concetti primari sono ascoltare la puntata e guardare la foto.
Ringraziamo ancora Liartes di Sproloquiocast per la pubblicità regresso e la sportività (ha approvato in anteprima) e salutiamo tutti gli (eventuali) ascoltatori.


I link alla puntata (52 min) in ogg/vorbis (23 Mb) o mp3 (42 Mb) oppure ascoltatelo online

11 commenti:

hronir ha detto...

Raul Bova, in Italia, ora conduce "Misteri" al posto di Enrico Ruggeri.
Dite che il paragone non regge?

Francesco ha detto...

Pero'... quasi quasi siete riusciti a convincermi con questo straordinario film dell'attore piu' acclamato dal mondo.
Vediamo, magari me lo scarico da qualche parte (onestamente pagare il cinema o comprare il DVD sarebbe un po' troppo)...

La puntata comunque e' stata molto divertente, povera l'amica tua al centro nel fuoco incrociato delle vostre battute LOL

Un saluto dal tuo amico terrone, frocio e pedofilo!

Edo ha detto...

Caro Francesco, prima di tutto sei un grande! Poi credo che la frase giusta, seguendo il mitico verbo del Cardinal T. Bertone sia "un saluto dal tuo amico terrone, frocio e (quindi) pedofilo". (Il cardinale ha suggerito che la pedofilia sia legata all'omosessualita' piuttosto che alla castita'.)

In ogni caso alla festa di Willelm abbiamo avuto alcune notizie circa l'etimologia degli appellativi frocio, finocchio e ricchione!

Finocchio si riferirebbe all'uso della medesima pianta per mitigare il puzzo di carne bruciata quando si faceva un bel rogo con la persona omosessuale, nel medioevo (sic!).

Frocio e ricchione sono storpiature di parti del corpo: le frogie e le orecchie. Sembra che gli omosessuali le avessero molto grosse ... ???

Comunque una rapida ricerca in rete determina tutta una serie di altre ipotesi...

Edo ha detto...

Se mi mostrassi delle foto con Raul Bova, probabilmente non saprei riconoscerlo...

hronir ha detto...

http://www.corriere.it/politica/10_maggio_18/arachi-carfagna-si-scusa-con-mondo-gay_0df7acd0-6258-11df-92fd-00144f02aabe.shtml

Francesco ha detto...

E chi ti avrebbe erudito sull'etimologia di frocio, finocchio e ricchione? Le amiche romane di Marco??? Ricorda: mai credere ad un romano! ;o)

Se tu mi mostrassi una foto di Raul Bova probabilmente mi starei gia' masturbando... anche perche' a cos'altro serve Raul Bova? Mica e' un attore!

Edo ha detto...

Sebbene apprezzassi il ministro di piu' coi capelli lunghi, il fatto che abbia sfondato "il muro della diffidenza della quale penso di essere stata allo stesso tempo vittima e inconsapevole responsabile, in un passato remoto, ormai ampiamente superato", riferendosi alle parole sul gay pride a Roma, non puo' far altro che farmi felice per la crescita morale della sua persona. Che abbia anche ascoltato SGA oltre alla Concia?

D'altronde questo non la esimerebbe dal dimettersi: oramai il danno l'ha provocato ed in Italia si indugia troppo sul concetto cattolico di perdono. Pero' il perdono e' caratteristica di Dio. Un politico deve essere responsabile delle proprie azioni.

Per quel che riguarda il "finocchio" quello era un nostro originale contributo alla conversazione ma le altre hai ragione, erano le amiche romane di Marco.

Comunque non bisogna credere a nessuno che venga da sotto il Po.

Per quel che riguarda Raul Bova, non credo di poter dare giudizi estetici ne' professionali essendomi il personaggio del tutto ignoto...

ZioDonato ha detto...

Cazzo, ma dove vivo io che mi perdo sempre i meglio blog e podcast del globo? Rimedio subito ricorrendo allo scaricamento massiccio delle puntate precedenti...

Edo ha detto...

Giueee! Questo si' che e' un complimento! Chissa' se le vecchie puntate rientrano tra "i meglio blog e podcast del globo"...

Speriamo ti piacciano!

Anonimo ha detto...

Mentre tutti guardano la finale della Champions League, ho visto My Name Is Khan; veramente bello, vale la pena di guardarlo.

Grazie!

Edo ha detto...

Wow! Siee Giuee Accaso che sposta consensi! Roba da pazzi!

Grazie per il commento anonymous!