giovedì 3 settembre 2009

Episodio Accaso

Rieccoci a prendere in mano il microfono in una puntata rigorosamente a caso in cui si passa di palo in frasca e si salutano tanti podcaster.

Ecco il pane appena sfornato, le suikerpinda's e lo studio di Siee Giuee Accaso:

La musica e' di Brother Love, suonata assieme ad Edo.

I link alla puntata in ogg/vorbis (12 Mb) o mp3 (23 Mb) oppure
ascoltatelo online




Per Nexus ma anche per gli altri: Ascoltando la presentazione de Il Fatto Quotidiano, in varie trances, mi sono imbattuto in questo monologo di Beatrice Borromeo.

6 commenti:

Francesco ha detto...

Ahahahahahah, non mi avevi ancora raccontato che vi eravate persi per tornare a casa! Eppure la strada per prendere l'autostrada e' proprio semplice da casa mia...

Cmq, che figata sentire il pane che parla! Ho assaggiato piu' volte il tuo pane e non avevo dubbi che lo stessi davvero uscendo dal forno ;o)

Salutami Silvia!

Ciau,
Francesco (aka Liartes)

Edo ha detto...

Ma poi, quando siamo arrivati a Leiden, c'hanno chiuso le strade a spregio per farci arrivare a parcheggiare sempre piu' tardi. E' stato un viaggio della "speranza".

Bello il suono del pane appena sfornato... credo sia dovuto alllo shock termico: la superficie e' rigida e fragile e quindi si spezza mentre si raffredda improvvisamente.

Ora abbiamo messo a punto una migliore per questi giorni "caldi".
Yum

hronir ha detto...

Addormentasocere...!
Ma che bei nomi evocativi!!!

julien ha detto...

sei un folle!!! :D mi sono divertito un sacco ascoltando il tuo episodio accaso! :-) pane, musica e deliri accaso :-) assolutamente geniale e naturale come il suono del pane appena sfornato....

grazie per la citazione collega! :-)

Rouge73 ha detto...

Ciao Edo,
prima di tutto grazie per la citazione.
Gli episodi accaso sono davvero divertenti, hai ragione sul fatto di registrare per il piacere di farlo.
Silvia c'è andata dal macellaio? :-)
Ciao, alla prossima puntata, Alessandro.

Edo ha detto...

Incredibile! Ho registrato accaso e l'episodio e' piaciuto! E, diciamocelo, m'e' costato molta meno fatica di un episodio apparentemente noiosissimo ma regolare.

Certo, Silvia e' andata dal macellaio, o meglio al supermercato e ha comprato della ciccia mentre io potevo registrare la fine della puntata.

Poi mi sono anche beccato un bel virus intestinale, non stavo molto bene in quei giorni: un balzo di febbre a 39 e cacate a spruzzo! E il dottore che mi diceva che se volevo sapere se avevo l'influenza A dovevo farmi vedere, ma non dovevo andare ne' da lui ne' all'ospedale... dove dovevo andare? A farmi benedire?

Mah...